Area riservata: ACCEDI | REGISTRATI
Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione  a Napoli
« Torna agli Annunci annunci

Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione

Napoli

Nasce Mangiatoia & Mangiatoria, la prima edizione a Palma Campania

Dal 14 al 16 dicembre, presso la Corte Palazzo Aragonese di Palma Campania, avrà luogo Mangiatoria e Mangiatoia, un invitante viaggio alla scoperta dei prodotti tipici della regione

Mangiatoria & Mangiatoia, un invitante viaggio alla scoperta dei prodotti tipici della regione Campania attraverso il Presepe Napoletano, sarà un importante appuntamento con la tradizione natalizia, artistica e culinaria partenopea, che avrà luogo a Palma Campania (NA) dal 14 al 16 dicembre, nella storica cornice di Palazzo Aragonese.
La rassegna nasce da un’originale idea di Giuseppe Ottaiano, viaggiatore del buono e del bello della regione Campania, condivisa e accolta dall’amministrazione comunale tutta e in modo particolare dal Sindaco Nello Donnarumma e dagli assessori alla Cultura Elvira Franzese e alle Attività produttive Luigi Albano. L’obiettivo sarà quello di valorizzare due elementi culturali che ben rappresentano il territorio campano: da un lato, la tradizione eno-gastronomica, dall’altro, l’arte presepiale tipicamente partenopea, coniugate nei cibi sempre presenti nelle botteghe del Presepe Napoletano.

Possiamo dirlo, il presepe è Napoli. Ognuno vi ritroverà le strade nelle quali vive, pittoresche o fatiscenti, scenografie di vita quotidiana, di speranza o delusione, tutto qui è Napoli: i pastori rappresentazione del popolo napoletano, le case, le osterie, le botteghe e i mercati, il paesaggio, le tavole imbandite. Il presepe altro non è che la trasposizione della vita popolare napoletana in un evento universale. Il presepe è anche il nostro cibo, il luogo dove mangiare è cultura.

Il Presepe napoletano è anche una grande e vera rappresentazione della nostra cultura alimentare, dei nostri gusti, del bere e mangiar bene. Potrebbe diventare un testimonial unico per promuovere i prodotti tipici della nostra regione. Perché in quelle scene sono immortalate le nostre specialità alimentari, le produzioni tradizionali. In nessuna opera dell’uomo, come nel Presepe napoletano, è così tangibile questo stretto connubio tra arte e tradizione popolare, tra artigianato d’autore e prodotti della terra. (Andrea Cozzolino, già Assessore Regionale all’Agricoltura)

La glorificazione di Napoli, della sua vita quotidiana, l’esaltazione e la valorizzazione del suo cibo. Le case, le dispense, le botteghe e i mercati, son pieni di cibarie, smisurato paradiso di eccessi e di letizia; attorno alla mangiatoia c’è lavoro e cibo per tutti. Friggitori ambulanti con arrangiati banchetti fumanti, spaselle di pesci del nostro pescoso mare, vongole, taratuffoli e cannolicchi concorrono in cangianti cromie con i rossi degli scorfani e delle triglie e le azzurre alici, i polipi guizzanti e gli scattanti capitoni; i carnacottari fanno vedere le gocciolanti mercanzie appese come ghiotto appello; vastità di formaggi dai molti profumi, caciocavallo in primis, fanno bella mostra di sé tra trionfi di carni, sasicce e salumi squisiti; la fragranza del pane appena sfornato fuoriesce fondendosi agli altri intensi odori del mercato; le vetrine strabordano di struffoli, roccocò, mostaccioli, sapienze e paste reali; cantine, osterie e pizzerie, indimenticate ricette della cucina popolare; cataste di odorante baccalà pronto a friggere; straripanti cesti di frutta e verdura, su cui gremiscono i prodotti che questa prodiga terra è in grado di elargire in ogni stagione, vruoccoli ‘e Natale e cavolfiori, finocchi di Sarno e arance di Sorrento, il meglio del mondo agricolo campano.

Ma torniamo all’evento, quale la proposta? Il racconto delle origini dei prodotti tipici campani e delle relative pietanze snodato lungo un percorso di visita allestito all’interno del Palazzo, in un susseguirsi di rappresentazioni in costume, laboratori e gustosi assaggi, alla scoperta dell’universo antropologico legato al Presepe.
Tre serate che dalle 18.00 alle 23.00 vedranno stand di aziende e associazioni di Palma Campania, con prodotti tipici della tradizione natalizia in degustazione e in vendita a cura delle attività commerciali e delle associazioni di Palma Campania, passeggiate guidate nella corte di Palazzo Aragonese tra le botteghe a cura dell’associazione teatrale Gulliver, laboratori di informazione e degustazione, di manualità per bambini, a cura e delle associazioni locali, delle comunità parrocchiali e dell’associazione Terre di Campania, a completare il programma una mostra fotografica dedicata alle tipicità campane.
Palma Campania vi aspetta in tanti, un’occasione per vivere e assaporare insieme la magia del Natale.

Programma Evento
14 – 15 – 16 dicembre 2018, dalle ore 18:00 alle ore 23:00 – Corte del Palazzo Aragonese
• Le Botteghe del Gusto: stand di aziende e associazioni di Palma Campania, con prodotti tipici della tradizione natalizia in degustazione e vendita.
• Passeggiate tra le Botteghe del Gusto raccontate a cura dell’Associazione Teatrale Gulliver.
• Laboratori d’informazione e di degustazione su prodotti tipici campani a cura dell’Associazione Culturale Terre di Campania.
• Mani in pasta: prepariamo la pasta – AranciAmo: una spremuta di salute. Laboratori di manualità per bambini a cura delle Comunità parrocchiali di Palma Campania
• Laboratori creativi per bambini a cura di Le Creazioni Di Liber Art
• Mostra fotografica Campania Terra di Gusto, immagini come appunti di viaggio a cura di Giuseppe Ottaiano

Per informazioni:
website: www.mangiatoiaemangiatoria.it | facebook
cell. 338 50 81943

Telefono
 338 50 81943